Marco Saveriano al MAC di Lissone – Recensione di Andrea Lacarpia

Marco Saveriano al MAC di Lissone – recensione di Andrea Lacarpia

Quanto gli accadimenti della vita sono progetto volontario e quanto invece sono determinati da processi estranei ad ogni premeditazione?

Marco Saveriano riflette sul confine tra volontà e casualità sperimentando il comportamento instabile della materia che reagisce a particolari condizioni ambientali.

Negli spazi del MAC, Saveriano ha costruito una vasca colma d’acqua che accoglie della cera dal tenue color rosa, fatta colare in modo da cristallizzarsi in piccole gocce che, come particelle di una cellula vista al microscopio, galleggiano in un movimento continuo che crea equilibri sempre nuovi.

Nella sua concreta fisicità, la materia reagisce alle sollecitazioni esterne riorganizzandosi in forme autonome, nelle quali il gesto iniziale dell’artista si apre a nuovi sviluppi, attraverso i quali l’autore diventa spettatore di un processo in atto, nel quale entrano in gioco più fattori determinanti l’opera, inserita nel flusso del divenire naturale.

Saveriano MAC Lissone 3

Marco Saveriano, Purple Rain, part., 2016, MAC Lissone, courtesy dell’artista

FOTO 1 - Marco Saveriano, Purple Rain, part., 2016, MAC Lissone, courtesy dell'artista

Marco Saveriano, Purple Rain, part., 2016, MAC Lissone, courtesy dell’artista

FOTO 4 - Marco Saveriano, Puple Rain, 2016, MAC Lissone, courtesy MAC

Marco Saveriano, Purple Rain, part., 2016, MAC Lissone, courtesy dell’artista

FOTO 6 - Marco Saveriano, Purple Rain, 2016, MAC Lissone, courtesy MAC

Marco Saveriano, Purple Rain, part., 2016, MAC Lissone, courtesy dell’artista

Marco Saveriano – Purplerain

A cura di Silvia Conta

Fino al 10 maggio

MAC Museo d’Arte Contemporanea di Lissone

Viale Padania 6 – Lissone (Mb)

http://www.museolissone.it

Annunci