Alex Da Corte alla Galleria Giò Marconi . recensione di Claudio Salvi

Prendi una stanza colorata dal bianco al rosso scuro. Indica un punto qualsiasi in quella successione. La stanza appare come attraverso un liquido colorato, in un punto è trasparente, in fondo è torbida. Se la stanza continuasse sarebbe nera? E come sarebbero gli oggetti che contiene?
Combinazioni di oggetti immersi in una luce cangiante e separati da steccati. Le combinazioni di oggetti non sono decise una volta per tutte, segregate in uno spazio specifico sembrano coerenti.
Es. due cani corrono ai lati di uno steccato, un giorno questo non è più al suo posto e i cani sono uno di fronte all’altro, allora si separano.
Posso dire: lo steccato assicura una relazione (es. un conflitto) perché non permette a un cane di vedere l’altro.
In altre parole è un ostacolo però è anche un grado intermedio nella relazione.

E non dico: una luce rossa è un grado intermedio tra una luce bianca e una luce nera? Se è così devo poter indicare una scala cromatica che va dal bianco al nero attraverso il rosso. Ho guardato il soffitto.

Claudio Salvi

DSC_0193

marconi_devil_town_image_20150428182046

Annunci