Elia Gobbi + Simona Squadrito . Tile Milano . inaugurazione 9 luglio

Elia Gobbi + Simona Squadrito // Trompe l’œil

Inaugurazione 9 luglio 2014, 18.30
9 luglio – 12 luglio 2014

Tile project Space 
Via Garian 64, angolo viale Misurata, Milano

 

 

TILE Project Space apre la sua serie collaborazioni con la mostra-progetto Trompe l’œil, nata dall’incontro con un artista, Elia Gobbi, e una curatrice, Simona Squadrito.

L’intervento si presenta come un’unica grande installazione al cui interno, natura e artificio tentano la loro unione. Lo spazio espositivo diventa luogo per la costruzione di un paesaggio, dove forme di vita verdeggianti convivono e si mescolano con l’immobilità dei dipinti annullando ogni distanza.
Gobbi e Squadrito scelgono di richiamare alla mente il piacere primordiale del contatto con la natura, di una passeggiata dentro un bosco o in un giardino, inserendoci così in un processo vitale che per sua struttura è destinato a esaurirsi.
Il puro godimento estetico torna dunque al centro della costruzione di una mostra che chiede allo spettatore un atteggiamento vigile e dinamico in cui il movimento del corpo e quello dell’occhio si uniscono in un’unica azione.

Elia Gobbi (Svizzera, 1984) ha studiato presso l’Accademia Albertina di Torino. Vive e lavora a Milano.

Simona Squadrito (Italia, 1984) ha studiato Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Pavia e presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Torino. Vive e lavora a Milano


 

Tile project Space
Via Garian 64 angolo viale Misurata, Milano
martedì-venerdì 15.00-19.00 sab-dom-lun su appuntamento
tileprojectspace@gmail.com
http://tileprojectspace.tumblr.com/
facebook: Tile project space

 

 

Tile Project Space è uno spazio espositivo e di produzione attivo a Milano nato dall’esigenza di sperimentare e concretizzare la pratica curatoriale.

Tile è uno spazio in potenza, un luogo critico e di confronto, aperto alla sperimentazione e alla crescita dei giovani artisti italiani. L’intenzione è di condurre una ricerca sull’odierna produzione artistica individuando caratteri comuni, momenti di contatto, fratture e zone d’urgenza. Il lavoro proposto sarà frutto non solo di un board curatoriale, ma di una costante collaborazione con artisti, docenti, intellettuali e curatori esterni.

Il tiling è l’elemento predominante e caratterizzante dello spazio, ne costituisce un limite e un potenziale presentandosi come “incidente” da cui partire. Lo scopo è di aprire un dibattito sulle contingenze e sulle resistenze tra fare artistico e spazio espositivo, chiedendo all’artista una rilettura del suo lavoro attraverso un processo di riattivazione o produzione site-specific.

L’intera attività dello spazio espositivo è accompagnata da Tile/zine, un progetto editoriale che basandosi su concetti come l’appropriazione, il recupero delle fonti, la libera associazione di immagini e testi, mira a ricostruire il processo artistico e curatoriale della mostra. All’interno della fanzina curatore e artista s’incontrano per la raccolta di materiali presentati come gli appunti visivi e critici di cui la mostra è la costruzione finale.

Tile nasce da un’idea di Roberta Mansueto, Caterina Molteni e Denise Solenghi, durante il biennio specialistico Visual Cultures e pratiche curatoriali dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

 

Tile project Space 

Via Garian 64, angolo viale Misurata, Milano
martedì-venerdì 15.00-19.00 sab-dom-lun su appuntamento
tileprojectspace@gmail.com
http://tileprojectspace.tumblr.com/
facebook: Tile project space

Annunci