Rifrazioni luminose nella mostra di Laura Santamaria

RIFRAZIONI LUMINOSE NELLA MOSTRA DI LAURA SANTAMARIA articolo di Andrea Lacarpia

L’elaborazione grafica realizzata dall’artista per la locandina esprime appieno i contenuti del nuovo progetto che Laura Santamaria ha pensato per lo spazio di Villa Contemporanea: in essa una luminosa linea orizzontale attraversa un’immagine che a prima vista sembra tratta da un manuale d’alchimia, mentre, come rivelato dal comunicato stampa, risulta appartenere ad un testo della fine del ‘600 dedicato ai giochi d’acqua realizzati mediante l’utilizzo dell’aria e del fuoco. La volontà di utilizzare le forze più elementari per ricreare i prodigi della natura è uno degli aspetti tipici nell’architettura barocca, concretizzatosi nel virtuosismo ingegneristico che imita le forme naturali, come nel caso delle numerose fontane realizzate tra il 1600 e il 1700. Nonostante la possibilità d’incanalare in condotti artificiali le spontanee energie dinamiche, fissare tali forze in una stabilità fisica è impossibile, seppur immaginabile a livello metafisico. Nel perpetuo dinamismo di causa-effetto che trasforma ogni effetto in una nuova causa, si legge l’ordinamento impermanente dell’esistenza. Di tale fatalità del movimento perpetuo Laura Santamaria fa la propria cifra stilistica, utilizzando materiali che tendono alla volatilità: il fuoco (del quale restano le tracce nerofumo), i pigmenti e le polveri in genere. La metamorfosi delle forme naturali, apparentemente imprevedibile, può comunque essere delineata in un ordine cosmico percepibile attraverso la contemplazione: una linea luminosa che pur riprendendo l’orizzontalità della classica rappresentazione del paesaggio, ne suggerisce un orizzonte più alto, etereo, di pura luce., La mostra presenta tre diverse tipologie di opere, alcune delle quali inedite, in un allestimento semplice che invita all’osservazione delle opere con un senso di discreta meraviglia, senza monumentalismi o immagini visivamente troppo aggressive. La prima sala contiene una serie di carte sulle quali affiorano superfici lunari con crateri fomati da pigmenti e polveri di diversi pesi e colorazioni, tra le quali prevalgono sempre i cangianti toni metallici e madreperlacei tipici dell’artista. Le rimanenti carte accolgono più impalpabili tracce nerofumo impresse con il fuoco, organizzate in forme concentriche come tracce di un’energia che si propaga da un centro che può essere immaginato come la coscienza impersonale o più semplicemente come un luogo nel quale qualcosa accade, coinvolgendo ciò che gli è intorno. Le sfumature create con il fuoco sulla carta ricordano le impressioni fotografiche su carta emulsionata, ribadendo l’importanza che ha la luce e la sua modulazione in chiave pittorica nel lavoro di Laura Santamaria. La rifrazione luminosa è presente, sotto forma di piccoli e vibranti tocchi di colore, anche nell’opera di Jacopo Casadei, guest artist che Laura Santamaria ha voluto includere nell’allestimento della seconda sala, in dialogo con una propria scultura realizzata con cristalli di selenite uniti da collegamenti in lega metallica. L’allusività dei materiali della scultura unita alla visionarietà tra figurazione e astrazione del dipinto di Jacopo Casadei rende particolarmente efficace il dialogo tra le due opere, unite in una sorta di paesaggio mentale nel quale la realtà si svela attraverso le proprie stesse illusioni.

La locandina della mostra, con un’immagine elaborata dall’originale tratta dal libro di Carlo Fontana “Utilissimo trattato dell’acque correnti diviso in tre libri, nel quale si notificano le misure, ed esperienze di esse. I giuochi, e scherzi, li quali per mezzo dell’aria, e del fuoco, vengono operati dall’acqua…” (1696)

installation view, detail

installation view, detail

installation view, detail2

installation view, detail2

Jacopo Casadei - Laura Santamaria

Jacopo Casadei – Laura Santamaria

Laura Santamaria, Astronomia per amanti 2013 pigmenti, minerali, polvere di metallo e madreperla su carta 111,5x81x4cm

Laura Santamaria, Astronomia per amanti 2013 pigmenti, minerali, polvere di metallo e madreperla su carta 111,5x81x4cm

Laura Santamaria, Blacksmoke series 2012 nerofumo su carta camgiante 78x58x4

Laura Santamaria, Blacksmoke series 2012 nerofumo su carta camgiante 78x58x4

LINEAFIAMMEGGIANTE1

Laura Santamaria – Linea Fiammeggiante

Guest artist Jacopo Casadei

19 aprile – 15 giugno 2013

Cartolina Frenhofer fronte con logo - Copia

Villa Contemporanea, Via Bergamo 20 – Monza

info@villacontemporanea.ithttp://www.villacontemporanea.it – tel +39 039 384963

Annunci